​​​​​​ContattiInvestorsCareersMediaScienceContact Us
Science  Will WinHomeNewsBlogIntelligenza Artificiale: i Tre Principi di Pfizer per una gestione etica e responsabile

Intelligenza Artificiale: i Tre Principi di Pfizer per una gestione etica e responsabile

Filter options

Category

Keywords

Sort

Order

Reset Filters

 

Intelligenza Artificiale: i Tre Principi di Pfizer per una gestione etica e responsabile

Come utilizzare al meglio il potenziale dell’Intelligenza Artificiale senza comprimere principi quali responsabilità, libertà di scelta e attenzione alle esigenze dei pazienti? 
Il dibattito è appena agli inizi. Per tracciare una possibile mappa, Pfizer ha deciso di definire e condividere i Tre Principi per l’uso responsabile dell’Intelligenza Artificiale nell’healthcare ai quali l’azienda intende attenersi per liberare il potenziale dell'AI in modo etico e responsabile.

Con questo articolo inauguriamo il blog «Science Will Win»: un appuntamento mensile dedicato ai grandi temi globali della salute e alla scienza, dove esploreremo trend emergenti e scenari futuri attraverso contenuti firmati da persone che lavorano in Pfizer e contributi di medici, scienziati, ricercatori.


L’Intelligenza Artificiale fa già parte delle nostre vite. Molti di noi la utilizzano normalmente nella propria esperienza quotidiana senza esserne consapevoli. I sistemi di navigazione satellitare (GPS), ad esempio, sono applicazioni di navigazione basate sull'AI che ci aiutano a trovare il percorso più rapido tra i due punti A e B e suggeriscono percorsi alternativi quando un incidente ha bloccato il traffico. L'Intelligenza Artificiale velocizza lo shopping online ricordando le nostre preferenze di acquisto e consigliando prodotti simili e complementari.


Nell'assistenza sanitaria, l'Intelligenza Artificiale (AI) ha il potenziale di guidare scoperte scientifiche, aiutare nella diagnosi, nel trattamento e nella gestione delle malattie, accelerare lo sviluppo e la consegna dei farmaci, controllare i costi e supportare l'equità nel sistema sanitario.
L'AI potrebbe aiutare gli scienziati a scoprire le differenze genetiche che spiegano perché, ad esempio, alcune persone con ipertensione rispondono bene a un determinato farmaco mentre altre no. Oppure perché alcune persone sperimentano effetti collaterali specifici quando si sottopongono a un trattamento che è generalmente ben tollerato. Ancora, potrebbe aiutare i ricercatori a scoprire nuovi usi terapeutici per i farmaci esistenti.

Senior Vice President, Head of Digital Health, Medicine & AI

“L'Intelligenza Artificiale e il machine learning ci permettono di usare i dati per ottenere informazioni dettagliate sulle malattie e aumentare la nostra comprensione di come popolazioni di pazienti diverse rispondono in modo diverso a malattie e terapie”, afferma Anastasia Christianson, capo del dipartimento di Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Data e Advanced Analytics di Pfizer.

Poiché i computer possono processare i dati e coglierne i patterns molto più velocemente degli esseri umani, “l'AI ci consente di trovare patterns nei dati che l'essere umano potrebbe non cogliere”, spiega Anastasia Christianson.



Grazie a questo potenziale, l'Intelligenza Artificiale sta già trasformando le scienze naturali e rivoluzionando la sanità.
 

Senior Vice President, Head of Digital Health, Medicine & AI
 

“L'Intelligenza Artificiale può aprire immense opportunità per l'industria e i pazienti”, afferma Dennis Hancock, capo del dipartimento Pfizer di Digital Health, Medicines, e AI. “Ma dobbiamo essere vigili, mantenere la supervisione umana secondo principi di etica, responsabilità e attenzione al paziente su tutti i fronti.”

Ed Nowicki, Senior Vice President, Deputy Chief Compliance Officer di Pfizer, concorda. “Le nuove tecnologie richiedono nuove pratiche di gestione del rischio”, afferma. “Collaboriamo con tutta l'azienda per offrire innovazione in linea con i nostri valori e standard. In questo ambito è fondamentale essere proattivi.”

Una mentalità proattiva è ciò che ha spinto Pfizer a sviluppare i suoi Principi di AI Responsabile - un insieme di politiche e controlli che consentono all'azienda di liberare il potenziale dell'AI in modo etico e responsabile.
 

Principio #1: Ci impegniamo a progettare sistemi AI che potenzino gli esseri umani e promuovano l’equità.

L'Intelligenza Artificiale responsabile può accrescere il potenziale degli esseri umani e migliorare i loro processi decisionali, ma non è destinata a sostituirli completamente.
Ad esempio, l'Intelligenza Artificiale può trovare segnali nascosti nei dati molto più velocemente di un essere umano. Queste informazioni possono aiutare gli scienziati a identificare rapidamente potenziali farmaci, o i medici a prendere decisioni di trattamento più informate per i loro pazienti.
 
L'Intelligenza Artificiale ha anche un enorme potenziale per promuovere l'equità, perché le macchine non sono intrinsecamente suscettibili ai bias. I bias impliciti, o atteggiamenti inconsci che spesso si basano su stereotipi, sono una fonte di preoccupazione importante nell'assistenza sanitaria. 

Tuttavia, gli esseri umani devono assicurarsi che i dati e gli algoritmi siano imparziali prima di essere utilizzati nella creazione di strumenti di AI, il che non è sempre facile. Se gli algoritmi apprendono da set di dati limitati o non vengono testati a sufficienza, gli output di un sistema di AI potrebbero non essere rappresentativi della popolazione più ampia.

Alla luce di quanto esposto, data scientist e ingegneri di Pfizer hanno lavorato insieme per creare un innovativo sistema digitale che permette di identificare e valutare potenziali sfide nella creazione di soluzioni di Intelligenza Artificiale, come i bias e le disparità. 
Il sistema esamina l'algoritmo di AI e crea rapporti che evidenziano le aree che necessitano di attenzione. I team possono analizzare le raccomandazioni per determinare se è necessaria un'azione e quale modalità dovrebbe assumere.

“Questo strumento innovativo aiuta i nostri data scientist a eliminare i bias nei data set che utilizzano per addestrare gli algoritmi,” spiega Christianson. “Aiuta gli scienziati a identificare i bias nei modelli di training, revisionando i dati e segnalando i potenziali bias che possono pregiudicare l’outcome.”
 

Principio #2: Rispettiamo la privacy delle persone e il bisogno di trasparenza nell’utilizzo dei dati e dell’AI. 

Trasparenza e fiducia sono tra gli obiettivi più importanti nell'adozione dell'Intelligenza Artificiale nella sanità. Se i pazienti, le famiglie e gli operatori sanitari non comprendono da dove provengono i dati o come sono utilizzati, la fiducia viene compromessa.

“L'AI e l'advanced analytics hanno la capacità di aiutarci a prevenire, trattare e gestire le malattie in modo più efficace per le persone”, afferma Hancock. “Tuttavia, senza fiducia, l'impatto reale dell'Intelligenza Artificiale potrebbe essere gravemente limitato.”
Rendere i sistemi “spiegabili” agli utenti e ad altre parti interessate è una forma chiave di trasparenza che aumenta la fiducia. Questo è il motivo per cui la politica di Pfizer richiede che gli utenti siano informati, ove possibile, dei limiti e dei rischi dei sistemi di AI che stanno utilizzando.

Pfizer inserisce inoltre la privacy nella progettazione dei propri sistemi di Intelligenza Artificiale. I dati dei pazienti sono strettamente controllati e i processi interni sono progettati per garantire la protezione della privacy, della sicurezza e della riservatezza degli individui. Pfizer mantiene controlli tecnici e organizzativi progettati per prevenire l'accesso o l'utilizzo non autorizzati di dati personali.
 

Principio #3: Ci assumiamo la proprietà dei nostri sistemi di Intelligenza Artificiale

Questi principi sottolineano la responsabilità di Pfizer nel garantire che i sistemi di Intelligenza Artificiale soddisfino gli standard etici, legali e normativi.

“La fiducia è fondamentale, quindi lavoriamo per garantire che la proprietà e la supervisione umana rimangano al primo posto”, afferma Nowicki, osservando che le aziende hanno la responsabilità di valutare e gestire attentamente i loro strumenti e tecnologie di Intelligenza Artificiale.

Sebbene l'Intelligenza Artificiale venga utilizzata per migliorare l'efficienza e l'efficacia dalla ricerca e sviluppo alla compliance, alla finanza e alla gestione delle risorse umane, viene utilizzata anche da partner terzi e da diversi fornitori e agenzie di servizi.

“Abbiamo elevati standard etici per noi stessi e per i nostri partner terzi”, continua Nowicki. “Crediamo che il nostro approccio all'Intelligenza Artificiale responsabile possa contribuire ad alzare l'asticella per il settore e a promuovere l'adozione delle migliori pratiche in materia di etica e gestione del rischio.”
L'uso responsabile dell'Intelligenza Artificiale (AI) aiuterà il settore sanitario ad accelerare le scoperte scientifiche e altri progressi per migliorare il benessere umano.
“L'AI ha un enorme potenziale trasformativo”, afferma Hancock. “L'AI sta cambiando il modo in cui i farmaci vengono sviluppati e distribuiti. Può cambiare il modo in cui i pazienti vengono diagnosticati. E può cambiare la fornitura di assistenza sanitaria. Il potere e il potenziale dell'AI di influenzare la salute umana è il motivo per cui è così importante implementare l'AI in modo etico e responsabile.”

 

Riferimenti
1.    What is Artificial Intelligence (AI)? IBM. https://www.ibm.com/topics/artificial-intelligence
Accessed January 6, 2023.

ContattiCustomer ServiceArea CongressiObbligo di trasparenza 2022​​​​​​​Obbligo di trasparenza 2021Obbligo di trasparenza 2020Modelli ex D. Lgs 231/01WhistleblowingPolicy & ProceduresSitemapPfizer Privacy NoticeCookie policyTermini & Condizioni#CondividiamoScienza
© 2024 Pfizer Inc. All rights reserved

© 2024 Pfizer srl. Società diretta e controllata da Pfizer Inc. - Sede Legale via Isonzo, 71 - 04100 Latina

R.E.A. Latina n. 198376 - Capitale Sociale € 200.000.000,00 - Part. IVA 02774840595

Questo sito è rivolto ai soli residenti in Italia