Aggiornamento: Albert Bourla commenta i risultati sull'efficacia del vaccino Covid-19

9 novembre 2020 - Sono felice di condividere con voi che Pfizer e il nostro partner, BioNTech, hanno annunciato risultati di efficacia positivi dello studio di fase 3 in fase avanzata, del potenziale vaccino per il COVID-19.

Ad una prima analisi di efficacia ad interim, il candidato vaccino ha dimostrato un'efficacia di oltre il 90% nel prevenire il COVID-19 nei partecipanti che non avevano evidenza di una precedente infezione da SARS-CoV-2.
I risultati dimostrano che il nostro vaccino ad mRNA può aiutare a prevenire il COVID-19 nella maggior parte delle persone che lo ricevono.

Ciò significa che siamo un passo più vicini a poter potenzialmente offrire alle persone di tutto il mondo la svolta tanto attesa per contribuire a porre fine a questa pandemia globale.
Questo è un primo ma fondamentale passo del nostro lavoro per fornire un vaccino sicuro ed efficace.
È importante segnalare che non possiamo richiedere l'autorizzazione alla FDA per l'uso in situazione di emergenza solo sulla base di questi risultati di efficacia. Sono necessari anche ulteriori dati sulla sicurezza che stiamo continuando a raccogliere nello studio clinico in corso.

Stimiamo che una mediana di due mesi di dati sulla sicurezza, dopo la somministrazione della seconda e ultima dose del candidato vaccino - richiesta dalle linee guida della FDA per la potenziale autorizzazione all'uso di emergenza - sarà disponibile entro la terza settimana di novembre.
Stiamo inoltre generando dati per dimostrare che il nostro vaccino può essere prodotto in modo da soddisfare gli standard di qualità. Efficacia, sicurezza e produzione sono i tre requisiti necessari prima di poter richiedere l'autorizzazione.

Non vediamo l'ora di condividere ulteriori aggiornamenti nelle prossime settimane e continueremo a lavorare a stretto contatto con le autorità regolatorie per assicurare l'accesso al nostro vaccino a coloro che ne hanno più bisogno.

Voglio ringraziare le migliaia di persone che si sono offerte volontarie per partecipare alla sperimentazione clinica, i nostri collaboratori accademici e ricercatori dei siti coinvolti nello studio, e i nostri colleghi e collaboratori in tutto il mondo che stanno dedicando il loro tempo a questo compito cruciale.
Non saremmo potuti arrivare a questo punto senza il grande impegno di tutte le persone coinvolte. La loro dedizione e il loro coraggio sono le ragioni per cui continuiamo a credere che la scienza vincerà.

Grazie a tutti.

Albert