Blog: i nuovi "diari" dei giovani italiani sono on line


Dall'indagine "Antropologia della sessualità in rete" - realizzata da Eikon e promossa dall'Osservatorio della Sessualità di Pfizer Italia* - attraverso lo studio di alcuni luoghi del web emerge una novità interessante: sempre più giovani scrivono sui blog.

I dati sull'Italia diffusi da Splinder, la principale piattaforma per i blog in Italia, e analizzati dagli antropologi di Eikon, dicono che i giovani sono tra gli utenti principali dei blog: il 38% dei blogger italiani ha infatti tra i 18 e i 25 anni e ben il 27% ha un'età inferiore ai 18 anni.

Il Blog come evoluzione del diario
Il blog è uno strumento di espressione contemporaneamente moderno e antico, ha in sè alcune delle caratteristiche del vecchio diario cartaceo e forse per questo è sempre più utilizzato dagli adolescenti e dai giovani in generale. Il blog è uno spazio intimo dove è possibile raccontare sè stessi, scrivere di qualsiasi argomento proprio come avviene in un diario.
Il blog è lo spazio in cui realtà e immaginazione si uniscono in un unico flusso di narrazione, stando a quanto è emerso dall'analisi dei testi svolta dagli antropologi di Eikon. Il blogger può rielaborare attraverso il racconto on line non solo ciò che ha già vissuto, ma anche esplorare quanto gli è lontano o non ha ancora provato in prima persona. Inoltre l'anonimato garantito dal nick name (pseudonimo) consente di eliminare i filtri nella scrittura e così il racconto del blogger, che è potenzialmente leggibile da tutti, può considerarsi maggiormente sincero.
La principale differenza tra il blog e il tradizionale diario è proprio la possibilità di lettura da parte degli utenti di Internet. Il blog è un diario pubblico, da subito visibile ai potenziali lettori che possono a loro volta esprimersi commentandone i contenuti. Nel blog però il fine primario non è l'interazione tra il blogger e i suoi lettori ma la scrittura come strumento di conoscenza di sè e come canale di espressione creativa.

I temi del blog: la sessualità al centro del racconto di sè
Nel blog qualsiasi argomento interessi il blogger può diventare oggetto/soggetto del racconto. In alcuni blog è la vita stessa del narratore, quindi la sua soggettività, ad essere protagonista, in altri invece è un tema specifico a diventare l'oggetto del racconto del blogger come nel caso dei blog monotematici dedicati a musica, film, scrittori ecc.
I temi affrontati nei blog presi in considerazione da Eikon sono vari: arte e letteratura è quello più ricorrente (al centro di ben 56.000 blog), seguito da musica, viaggi e fotografia, cinema e film, computer e Internet, sport.
In ben 10.000 blog si parla di sessualità e amicizia e questa cifra è sicuramente inferiore a quella reale dato che il tema della sessualità ricorre spesso anche nei blog dedicati ad altri argomenti.
Anche nei blog scritti dai giovani e dagli adolescenti la sessualità è l'interesse centrale. L'adolescente rielabora nel racconto che scrive e pubblica la propria esperienza sessuale. L'assenza di censura del discorso sessuale rende il blog il luogo della trasgressione, della sperimentazione sessuale, anche se solo a livello di parola.
Emerge quindi dall'analisi dei blog un'identità sessuale degli adolescenti molteplice: sono frequenti i racconti di esperienze bisessuali o di rapporti di gruppo. Il racconto del blog, mescolando aspetti reali e vissuti personalmente con elementi immaginari, consente all'adolescente di dare spazio alla parte più giocosa della propria sessualità, quella intima e non condivisa.
"Nella maggior parte dei casi, le narrazioni non descrivono comportamenti sessuali vissuti e reali ma usano il discorso sessuale per esprimere un io molteplice che non ha ancora deciso chi vuole essere e chi sarà" - commenta Cristina Cenci, l'antropologa di Eikon che ha coordinato la ricerca - "Il giovane adolescente dei blog sembra viversi e sentirsi ermafrodito, sintesi di opposti, incrocio  di mondi esistenziali e corporei diversi e non definiti una volta per tutte, soggetto di identità multiple e mutanti".

Il corpo è il soggetto delle parole della sessualità sui blog
L'analisi delle parole che i blogger usano per parlare di sesso consente di capire come vivono la sessualità questi giovani frequentatori di Internet e quali sono le specificità del sesso descritto sui blog rispetto ad altri strumenti on line.
Al centro dei discorsi c'è il corpo: la dinamica del desiderio ne coinvolge tutte le parti e non solo quindi l'area genitale. Ogni parte del corpo diventa per il blogger un vettore di desiderio mentre non si registra nei testi analizzati una particolare insistenza sugli organi genitali, cosa che accade invece nei forum.

Molte delle parole usate per parlare di sessualità fanno riferimento all'area idee/eventi/vissuti, alla sfera dei sentimenti e delle relazioni e all'area semantica delle sensazioni. L'uso di queste parole sembra affermare che per il blogger il sesso è calato nella realtà, è legato ad azioni reali ma anche immaginarie e il discorso sul sesso gli consente di mettersi alla prova, di esplorare tutti gli aspetti della propria identità.

Tra le parole della sessualità nei blog ci sono più riferimenti al benessere emotivo piuttosto che al disagio emotivo, e l'area semantica malattia/cura viene esplorata in minima parte nei racconti dei blog. I giovani, che sono i principali autori dei racconti presi in considerazione dagli antropologi di Eikon, sperimentano on line la dimensione sessuale ma non cercano in rete un supporto o un aiuto cosa che invece è propria del discorso sessuale condotto sui forum, strumento per sua natura più interattivo. Quando parlano di sesso, quindi, i blogger tendono a farlo in positivo e ciò influenza le aree semantiche rilevate dall'analisi del lessico.


TUTTI I NUMERI DEI BLOG 
37.300.000 milioni: i blog censiti nel mondo a maggio 2006
2.430.000 milioni: i post in italiano registrati da Technorati nel solo mese di gennaio 2006.
1.200.000 milioni:i nuovi post scritti ogni giorno nel mondo
44%: l'incremento in tre mesi del numeri di blog monitorati da Technorati[1] dall'inizio dell'anno.
32%: la percentuale a livello mondiale dei post scritti in giapponese, seguito da inglese (31%) e cinese (17%).
3%: la percentuale a livello mondiale dei post scritti in italiano, lingua che occupa la quinta posizione nella classifica mondiale

I BLOG ITALIANI (1) 
30.000 blog l'incremento del numero dei blog registrato nei primi 4 mesi del 2006 (da 170.000 a 200.000)
10.000: i blog riguardanti la sessualità e l'amicizia; i temi compresi in quest'area emergono anche in altre aree come la letteratura, l'arte o il cinema.
51%: le donne italiane utenti dei blog
18-25 anni: la fascia d'età più rappresentata tra gli utenti italiani dei blog (è il 38% del totale)

LA METODOLOGIA DI RICERCA ? I BLOG 
La sessualità sul web si esprime in modi molto diversi in relazione sia ai contenuti che alle modalità e agli obiettivi di fruizione degli utenti. L'indagine condotta per capire meglio la sessualità sul web ha escluso l'analisi sia dei siti pornografici che di quelli di informazione e ha focalizzato solo i luoghi in cui è più facile cogliere l'emergere di rappresentazioni spontanee. Tra questi i blog, ?diari? on line di singoli individui intorno ai quali gravita una comunità di lettori e commentatori.

La ricerca ha previsto un intreccio di metodologie quantitative e qualitative. Per tre mesi, da gennaio a marzo 2006, sono stati monitorati 22 blog, selezionati attraverso un set di parole chiave relative alla sessualità e alcuni indici di importanza e popolarità.
In totale i 22 blog hanno generato circa 7300 post, tra interventi dei blogger e commenti.
I post sono stati analizzati con tecniche di analisi linguistiche che hanno consentito di individuare il lessico più frequente e le aree semantiche più significative.
L'analisi linguistica è stata integrata con interviste in profondità on line ai blogger monitorati più significativi.

MS&L indica a seguire alcuni punti di possibile approfondimento:
Quali sono i blog monitorati? Possibile aver un elenco?
Quanti sono i blogger intervenuti? Possibile avere un numero di massima ma significativo (il valore di 7.300 di quanto andrebbe diminuito per avere un'indicazione reale?)
Quante interviste in profondità sono state effettuate?
Quali aspetti dei temi emersi nei blog sono stati privilegiati nelle interviste?
Sulla base di quali caratteristiche sono stati scelti i blogger?

Possibile avere gli stralci delle interviste?
Possibile avere il contatto con alcuni dei blogger intervistati in modo da avere a disposizione dei ?casi? reali da proporre ai giornalisti?


*L'Osservatorio sulla Sessualità di Pfizer Italia nasce nel 2005 con un obiettivo ambizioso: un vero e proprio punto di osservazione che ci consenta di analizzare, riflettere, discutere con quanti vogliono scoprire come cambia il modo di vivere la sessualità, in un contesto che ha visto cadere i vecchi codici e che sta forse assistendo alla nascita di nuovi.

Il primo progetto dell'Osservatorio sulla Sessualità è stato il Consexus una riflessione sulla sessualità che, partendo dal vissuto maschile, si fa strada attraverso paure, miti, aspettative e stereotipi, fino a sancire quelli che oggi sono i punti imprescindibili - la Carta della Sessualità di valore - di un benessere sessuale, che crediamo essere prima di tutto un diritto.

A questo progetto abbiamo chiamato a lavorare chi da anni si occupa di sessualità, per l'esperienza e la conoscenza acquisite, accanto a chi ha analizzato la sessualità attraverso le parole, gli atteggiamenti e i cambiamenti sociali degli ultimi anni. 



[1] Technorati è la fonte internazionale più attendibile per la supervisione e la diffusione di statistiche riguardanti i blog


[2] I dati italiani sono forniti da Splinder, la principale piattaforma per blog in Italia.