Urologia

Oltre un decennio fa, Pfizer ha rivoluzionato l'approccio farmacologico al problema della disfunzione erettile, ridando speranza ai circa 100 milioni di uomini affetti da tale patologia a livello mondiale. La possibilità di un intervento terapeutico mirato e ben tollerato ha rilanciato anche la ricerca clinica e diagnostica sulla salute maschile, portando all'identificazione precoce di segnali indicatori di altre malattie.

Il riconoscimento della disfunzione erettile come "condizione medica modificabile" ha segnato un punto di svolta, dopo il quale non è stato più possibile attribuire certi disturbi all'invecchiamento fisiologico, rassegnandosi a sopportarli.

Pfizer riesce a restituire all'individuo l'integrità fisica e funzionale anche nell'ambito dell'incontinenza urinaria, un disturbo che colpisce uomini e donne, specie in età avanzata, ma che non è ineluttabile.

Se le cause sono da attribuire all'aumentata frequenza e urgenza urinaria, caratteristiche della sindrome da vescica iperattiva, un antispastico specifico è sufficiente a ridurre la sintomatologia e a restituire una vita serena.