Stabilimento Pfizer ad Ascoli Piceno

  • Volume di produzione nel 2015: 105 milioni di unità
  • Produzione di compresse e capsule (CNS, antiffiammatori, oncologici).

Il sito Pfizer di Ascoli Piceno è uno dei poli produttivi di eccellenza nel panorama farmaceutico mondiale, fortemente specializzato nella produzione di compresse solide orali. La forte innovazione delle tecnologie implementate, le forti competenze nella produzione di farmaci "a forte impatto e alto profilo farmacologico", soprattutto in oncologia e nei disturbi mentali, nonchè il livello professionale dei propri dipendenti, garantiscono la competitività del sito e lo posizionano come uno dei principali fornitori-chiave per Pfizer. Molti dei farmaci prodotti nello stabilimento di Ascoli Piceno sono distribuiti negli Stati Uniti e in Giappone. In questo sito si produce un antitumorale per il cancro al tratto gastrointestinale stromale e per il tumore del rene di rilevanza internazionale.


I numeri del sito

Performance e impatto
Il volume della produzione registrata nel sito Pfizer di Ascoli Piceno nel 2015 è stato di 105 milioni di confezioni. Il sito si è confermato uno dei key supplier di Pfizer con alcuni dei più importanti prodotti cardine del core business dell'azienda nel mondo.

Mercati serviti
Il sito di Ascoli Piceno serve più di 100 mercati. La fetta di mercato più grande è quella europea (29%) in cui non va però ricompresa quella italiana (ulteriore 17%). Poi ci sono i mercati Ceer (Central and Eastern Europe Region, 14%), asiatico (20%), americano (4%), Afme (Africa e Medio Oriente, 6%), Usa (9%).

La struttura
Lo stabilimento Pfizer di Ascoli Piceno occupa una superficie totale di 164.000 metri quadrati, di cui 24.000 coperti da impianti, magazzini e altre strutture e 140.000 mq di terreno. Gli ampi spazi, destinati ai reparti produttivi e ai servizi, consentono il più rigoroso rispetto delle norme di buona fabbricazione e la movimentazione delle materie prime e dei prodotti finiti secondo criteri di massima razionalità. Possiede, oltre a un magazzino interamente automatico con 13.000 posti pallets automatizzati, tecnologie che consentono i più elevati livelli di automazione e il massimo controllo nella movimentazione dei principi attivi che non vengono mai in contatto con gli operatori addetti alla produzione.